Regione Sardegna

“Arte e Scienza in Gioco” ufficiale la data del festival che si terrà ad Arzana dal 31 Maggio al 3 Giugno 2018.

Pubblicato il 9 marzo 2018 • Cultura

“Arte e Scienza in Gioco” ufficiale la data del festival che si terrà ad Arzana dal 31 Maggio al 3 Giugno 2018. Comune, Iklos e scuole già al lavoro con i percorsi formativi per animatori del bosco. Lunedì 13 marzo il prossimo appuntamento nel bosco.


Arzana 09.03.2018 - Parole-chiave si confermano le relazioni, i nodi, le reti e i sistemi, sviluppate dagli studenti delle scuole, perché il lavoro sull'edizione 2018 di “Arte e Scienza in Gioco” di Arzana è già iniziato. Sono in corso in queste settimane, i percorsi di formazione per gli insegnanti, per gli studenti ma anche per i volontari delle associazioni locali.


<<Perché il trasferimento di competenze che il contatto con i professionisti è in grado di dare ai ragazzi è il punto di forza di questo momento che precede il festival, - spiega Giovanna Loddo presidente di Iklos - sentire la voce di chi fa già queste cose per mestiere è il modo migliore per insegnare>>.


Il festival è evidentemente il culmine di un percorso che dura tutto l’anno e che investe nella formazione pratica. E così dai primi di Gennaio è in corso “Prepariamoci al Festival” con 4 appuntamenti in calendario che hanno già visto la partecipazione di Alessio Perniola, divulgatore scientifico e formatore professionista. Perniola ha portato a Lanusei il suo metodo di comunicazione innovativa della scienza con le sue tipiche caratteristiche di originalità e interattività. Giorgio Dendi, ideatore dei giochi di matematica oltre che allenatore della squadra italiana, continua a divertirsi e divertire con i numeri divulgando il suo metodo. Con “Matematica sarai nostra” ha preparato i ragazzi ai campionati nazionali. Pietro Olla insegnante di tecnologia alle scuole medie, clown e giocoliere professionista e Luca Gasole dell’Associazione Punti Di Vista, utilizzando il gioco come strumento didattico, mostreranno i vantaggi dell’animazione nel bosco attraverso i campi scuola. A fine febbraio sarà Andrea Mameli del Crs4 a trasferire ai ragazzi le nozioni sul giornalismo scientifico. Poi la formazione si trasferirà anche sui luoghi di lavoro, nel settore agricolo con Ciriaco Loddo e Fabrizio Mureddu dell’UniNuoro che preparerà i ragazzi dell’Istituto dei Geometri alla realizzazione di un progetto per l’accesso ai fondi agricoli.


<< I ragazzi e i bambini, sono gli attori principali di questo evento – sostiene il sindaco Marco Melis – che al secondo appuntamento è già diventato tradizione. Loro stanno riassumendo appieno lo spirito del festival e di questo paese che si apre all'esterno e guarda avanti. >>. Visto il precedente successo la linea impostata dalla associazione Iklos e dal Comune ha spinto sull'acceleratore dell'innovazione. <<Il livello scientifico del festival è sempre di qualità– continua il primo cittadino – e per la prossima edizione abbiamo pensato a un percorso più completo, scommettendo anche sui progetti artistici che ci permetteranno di fare crescere il rapporto con i visitatori, le scuole e anche i divulgatori. Nasceranno figure nuove come quelle degli animatori dei boschi, nostra grande risorsa a pochi passi da Arzana, o i licei che potranno capire come istruire pratiche per accesso ai fondi agricoli>>.


Proficuo come sempre, nella ormai tradizione del Festival, il rapporto con scuole, con un parterre di istituti da tutti i paesi dell’Unione dei Comuni d’Ogliastra che anche quest’anno finanzia l’intero evento. Con questa rinnovata formula che ha saputo mostrarsi vincente, Comune e associazione Iklos stanno così muovendo la macchina dell'edizione del 2018. A decretare il successo del Festival saranno i laboratori o le conferenze, la scienza che sorprende e affascina, soprattutto quando riesce a essere compresa.


Comune di Arzana
Ufficio stampa