Regione Sardegna

Annullata l’edizione 2017 del Porcino d’Oro di Arzana.

Pubblicato il 14 novembre 2017 • Cultura

Arzana 14 novembre 2017 – “Quando nonostante gli sforzi delle istituzioni si è costretti ad annullare una manifestazione, il dispiacere e il rammarico sono profondi”. Purtroppo il Comune di Arzana e la Pro loco Siccaderba sono obbligati a comunicare la decisione, sofferta quanto inevitabile, di rinunciare alla 22^ edizione del Porcino d’Oro in programma per il 17,18 e 19 novembre 2017.


La mancanza dei fondi necessari a coprire tutti i costi dell’evento, il periodo di forte crisi economica e l’annata non buona per la raccolta dei funghi, hanno suggerito agli organizzatori di analizzare attentamente la situazione e di rimodulare gli sforzi, rimandando il Porcino d’Oro al prossimo anno. Tutte le energie saranno concentrate alla preparazione dell’edizione 2018.


"Siamo amareggiati - dice il sindaco di Arzana Marco Melis – annullare il Porcino d’Oro n.22 è l'ultima cosa che avremmo voluto annunciare ma questa manifestazione costruita con la professionalità della Pro loco Siccaderba e l’affetto di centinaia di persone, non può essere programmata senza i contributi adeguati. Il Comune ha avuto quest’anno, la straordinaria possibilità di finanziarla per il 50% del suo costo totale, ma senza l’altra parte dei fondi non possiamo andare avanti. Quando abbiamo appurato che la legge regionale che finanzia i grandi eventi, dei quali il Porcino deve fare parte, non era ancora stata deliberata, ci siamo visti costretti a prendere questa decisione".
Sebbene la voglia di offrire agli ospiti un evento di assoluta valenza culturale ed enogastronomico unico come quello programmato in ogni edizione, Comune e Pro loco non potranno contare sui circa 60mila euro richiesti e necessari per far fronte a tutte le spese e a garantire appieno un programma ricco di appuntamenti.


Per Raffaele Sestu presidente della Pro loco Siccaderba "non ci sono alternative. E’ venuta a mancare la copertura finanziaria e dovendo scegliere tra il fare un’edizione ridotta e fermarci, abbiamo preferito uno stop perché il Porcino d’Oro deve rimanere ad altissimo livello. In attesa di rivederci il prossimo anno, ringraziamo tutti coloro che per mezzo del gemellaggio con la Lombardia e degli eventi collaterali, avevano già dato la disponibilità a partecipare. Consideriamo questo come un semplice arrivederci”.
“La comunità arzanese ha sempre accolto il Porcino d’Oro con grande entusiasmo fin dalla sua prima edizione – sottolinea Marco Melis – ed è per questo che la consideriamo la nostra manifestazione più importante. Per questo siamo certi di non perderla ma anzi lavoreremo fin da ora per cercare soluzioni finanziarie alternative per il 2018”.


Comune di Arzana
Ufficio stampa